23/02/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



La Bbc Persian diffonde il video dell'assalto alla Casa dello Studente di Teheran a giugno

scritto per noi da
Shirin Rahimi

Lunedì 15 giugno 2009, tre giorni dopo le contestate elezioni presidenziali in Iran, gli studenti dell'università di Teheran alle 21 iniziarono una protesta nella Casa dello Studente repressi con violenza durante la notte dai Basiji e dalla polizia antisommossa.

Questo episodio di grande violenza ha provocato tanta indignazione anche all'interno del regime e, pochi giorni dopo, lo stesso leader supremo del regime Ali Khemenei condannò e accusò i "nemici" di questa carneficina.
Dopo otto mesi la rete Bbc Persian, il 22 febbraio scorso, ha trasmesso un filmato inedito girato dagli stessi assaltatori Basiji, non più da manifestanti con telefonini come siamo abituati, in alta qualità.
Quella sera le milizie cercarono di entrare senza successo, ma dopo ore di duri scontri la polizia anti sommossa venne in loro aiuto e la Casa dello Studente fu presa.
Nel filmati si vedono gli studenti che lanciano le pietre dall'edificio e la polizia che lancia lacrimogeni per far evacuare il palazzo.
Il filmato è carico di tensione e si sentono le parolacce dei Basiji verso gli studenti che, catturati, sono in balia della violenza brutale della polizia anti sommossa.

I ragazzi, uno ad uno, vengono tirati fuori e buttati davanti al palazzo uno sopra l'altro per poi essere portati in una prigione, secondo testimoni, al palazzo del ministero degli Interni.
Secondo l'organizzazione degli studenti Tahkim Vahdat quella notte morirono cinque persone e ne furono arrestate 46, dato smentito dal regime che ammette solo il ferimento di circo cento persone.
Non è la prima volta che il regime attacca la Casa dello studenti, ma queste immagini svelano la premeditazione dell'azione delle squadracce. Nel filmato si sente qualcuno che dice: "L'attacco è stato ordinato da Rajabzadeh", il capo della polizia di Teheran, dimissionario in questi giorni forse anche per la pubblicazione di questo video.
La Casa dello Studente è abitata da ragazzi di altre città e di solito con poche possibilità economiche e con un grado di istruzione elevato, secondo alcuni ragione della paura del regime verso questi ragazzi.

Dopo gli attacchi dell'estate del 1999 alla Casa dello Studente, alle forze di polizia non era consentito di entrare nell'Università senza l'autorizzazione del Rettore.
Il Rettore, Farhad Rahbar, il giorno dopo smentì di avere dato il permesso alle forze di polizia.
Alcuni testimoni di quella notte affermano di aver subito violenze di ogni genere, come il tunnel fatto dalla polizia con gli scudi costringendo gli arrestati a passarvi sotto subendo percosse.
La concitazione di quelle ore è resa anche dal fatto che, nel contesto generale, si sentono alcuni Basiji che chiedono alla polizia di non picchiare gli studenti. Una situazione assurda.
La pubblicazione di questo filmato ha suscitato polemiche e proteste per non aver fatto piena luce su questo episodio, dopo che è stato trasmesso anche dai media iraniani all'interno del paese.

Parole chiave: ahmadinejad
Categoria: Diritti, Politica, Religione
Luogo: Iran