28/01/2010versione stampabilestampainvia paginainvia



Era il più importante studioso della storia degli Stati Uniti. Aveva 87 anni.

Howard Zinn era nato a Brooklyn il 24 agosto 1922. Era il più importante storico statunitense. La sua Storia popolare degli Stati Uniti d'America ha raccontato le vicende della nazione più potente del mondo partendo non dai presidenti o dalla classe dirigente, ma da quelle persone escluse dalla storia, ovvero i poveri, i nativi americani, gli schiavi di colore, le donne.
Dopo aver combattuto nella seconda guerra mondiale, ha dedicato la sua vita a combattere l'esistenza della guerra. Era professore emerito di Scienze politiche alla Boston University.

Qui una selezione dei suoi articoli.

Memorandum per Obama e McCain: nessuno vince in guerra (24/07/2008)

La storia degli Stati Uniti: costruita sulle bugie, per dominare il mondo (21/03/2006)

La tragedia di New Orleans rivela molto sulla società americana (09/09/2005)

Gli Stati Uniti riprendono la produzione di mine antiuomo (23/08/2005)

Non esiste una guerra giusta. Che fare? (24/06/2005)

Il testo integrale della sua conferenza di Emergency tenuta a Roma nel giugno 2005

L'altra America, intervista di Alessandro Ursic ad Howard Zinn

 

Maso Notarianni

creditschi siamoscrivicicollaborasostienicipubblicità