18/12/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



Ne è uscito un documento che oggi verrà sottoposto in plenaria per l'approvazione

Sembra più vicino il raggiungimento di un accordo al vertice sul clima dell'Onu a Copenaghen, dopo un'intensa notte di trattative da cui è uscita un documento finale che verrà sottoposto all'approvazione dell'assemblea plenaria.
A preparare la svolta è stato un ristretto summit notturno che ha coinvolto 26 paesi, con i rappresentanti di Stati Uniti, Cina, Russia, ma anche europei e africani. È stato un dialogo "fruttuoso e costruttivo", ha commentato il primo ministro danese Lars Lokke Rasmussen. I lavori si sono concentrati sulla definizione di una 'dichiarazione ombrello' che definisca i punti dell'accordo sulla base di due separati testi legali relativi ai tagli alle emissioni inquinanti e ai finanziamenti necessari.
"Abbiamo chiesto ai negoziatori di scrivere nella notte un testo in modo che possa essere esaminato in giornata", ha spiegato il primo ministro svedese Frederik Reinfeldt, presidente di turno dell'Ue.
Gli occhi sono dunque ora puntati sui leader mondiali, compreso il presidente americano Barack Obama in arrivo a Copenaghen, per il raggiungimento di un accordo definitivo in giornata.

Parole chiave: copenhagen, clima
Categoria: Ambiente
Luogo: Danimarca