17/12/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



L`intervista alla Commissione che indaga sulle Farc in Ecuador, sulle infiltrazione degli 007 stranieri e su intrecci pericolosi

scritto da
Alessandro Ingaria e Sandro Bozzolo

Il 15 dicembre 2009 la Commissione Angostura ha presentato ufficialmente al Governo, alla stampa e alla popolazione i risultati dell'inchiesta sull'ingerenza straniera in territorio ecuadoriano, concludendo formalmente il proprio operato.
La Commissione, nominata dal Governo al fine di indagare sul bombardamento aereo che il 1º marzo 2008 portò alla morte del fariano Raùl Reyes e di altre 25 persone, era coordinata da Francisco Huerta, accademico universitario, e composta anche da Wilman Teràn, direttore esecutivo del CONESUP (Consiglio Nazionale di Educazione Superiore),Carlos Moncayo, ufficiale delle Forze Armate, Walter Gellibert, giornalista, Israel Bautista, sindacalista, Enrique Galarza, rappresentante della Chiesa Cattolica.

Il lavoro della Commissione, nelle ore immediatamente successive alla conferenza stampa, ha suscitato accese reazioni tra alcuni ex membri del Governo, sospettati di collusioni con le Farc. Peacereporter ha incontrato, a Quito, Wilman Teràn.

Perchè la necessità di una Commissione d'inchiesta?

I fatti avvenuti nella provincia di Sucumbios, località Angostura, nella notte tra il 29 febbraio e il 1 marzo 2008 evidenziavano la presenza di elementi stranieri in territorio ecuadoriano, tra cui un accampamento delle Farc e uno sconfinamento delle forze armate colombiane, aeree e terrestri. Tali fatti richiedevano un'inchiesta indipendente, al fine di accertare quanto accaduto.

Numerosi giornali sostengono che l'accampamento Farc sia stato individuato sulla base di informazioni di un cittadino ecuadoriano, ricompensato dal Governo colombiano con più di un milione e mezzo di dollari. E' stato possibile confermare tali affermazioni?
Si tratta di informazioni pubblicate dalla stampa, di cui la Commissione non ha trovato riscontri affidabili. Verosimilmente, le notizie sono riconducibili a fonti colombiane.

E`stato possibile verificare il coinvolgimento degli Stati Uniti nel bombardamento?
La Commissione ha riscontrato numerosi indizi, pur senza il sostegno di nessuna prova certa. E` stato registrato un volo notturno anomalo effettuato da un aereo proveniente dalla base statunitense di Manta (base ora dismessa situata in territorio ecuadoriano) nelle ore corrispondenti all'attacco.
Nella prima versione del documento finale presentato dalla Commissione, si fa riferimento ai contatti tra l´ex ministro Gustavo Larrea, l´ex collaboratore del Governo Jose Ignacio Chauvin e alcuni membri delle Farc; rivelazioni definite erronee dalla Commissione medesima il giorno successivo.
Il coordinatore Francisco Huerta ha riscontrato un`imprecisione ed ha provveduto a eliminare dal documento finale la frase che conteneva ogni riferimento ai signori Larrea e Chauvin. La motivazione è l`assenza di elementi riscontrabili in merito.

Sulla base dei recenti sequestri da parte della polizia ecuadoriana di presunti laboratori Farc di raffinazione della cocaina, si può confermare l` attuale presenza della guerriglia colombiana sul territorio nazionale?
Il buon lavoro realizzato dalle forze dell`ordine ha confermato questa presenza. In ogni caso, non bisogna dimenticare l`esistenza di una zona amazzonica di difficile controllo, nella quale potrebbero operare i gruppi armati. Possiamo supporre che stati terzi finanzino l`attività dei guerriglieri colombiani, rendendo difficile la soluzione di un problema che interessa direttamente il territorio ecuadoriano al confine con la Colombia.

Quali saranno le conseguenze derivanti dal vostro lavoro?
Lo scopo principale della Commissione era chiarire, con la massima trasparenza, gli eventi di Angostura. La storia riporta varie situazioni di sconfinamento territoriale, Libia, Nicaragua e Panama sono alcuni esempi; Angostura è il primo episodio in Sud America. Personalmente credo che la diplomazia, sulla base dei risultati dell`inchiesta, potrà lavorare per la distensione dei rapporti tra gli Stati, auspicata da tutti.

Luogo: Ecuador