11/12/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



La proposta è stata avanzata dall'Unione democratica del centro, partito della destra nazionalista populista

L'Unione democratica del centro, Udc, partito della destra nazionalista populista, ha proposto il rinvio sistematico dei criminali stranieri.
Nel 2010 verrà proclamato un altro referendum su questo tema che potrebbe ulteriormente aggravare la posizione elvetica nei confronti della comunità internazionale. La proposta dell'Udc ha sollevato un coro di proteste anche all'interno della Svizzera. Molti intellettuali, scrittori e giuristi hanno protestato contro il provvedimento che va contro le norme inderogabili del diritto internazionale.
Il testo della proposta dell'Udc è stato sottoposto ieri alla Camera del Parlamento federale. Trenta i voti contrari e sei i favorevoli. Il Parlamento, però, ha scelto di inviare il testo della proposta Udc alla Commissione sulle istituzioni politiche che dovrà decidere se il testo è conciliabile con la Convenzione di Ginevra.
Nonostante le polemiche, sembra comunque che il referendum verrà fatto. Dal 1891 ad oggi solo quattro volte le iniziative referendarie sono state invalidate dal Parlamento.

Parole chiave: referendum, svizzera, immigrati
Categoria: Diritti, Politica
Luogo: Svizzera