03/09/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



La Grecia va a elezioni anticipate dopo il rogo di Atene

La richiesta di sciogliere il parlamento è arrivata questa mattina al presidente della repubblica greco Karolos Papoulias. Il premier Costas Karamanlis aveva già annunciato mercoledi che avrebbe sciolto l'esecutivo per andare a nuove elezioni, presumibilmente il 4 ottobre.
Il governo di Karamanlis si reggeva con una maggioranza di 151 seggi su 300 e un membro del governo, Yiannis Manolis, si è dimesso lunedi. Negli ultimi mesi poi, l'esecutivo è stato protagonista di numerosi scandali per corruzione. Secondo i quotidiani "To Vima" e "Elefterotipia", si tratterebbe di una "fuga elettorale" per evitare una "sconfitta peggiore".
A dare lo scossone finale al governo greco, sono arrivate le fiamme di Atene: il rogo ha sollevato una nuova ondata di polemiche che si è sommata agli altri imbarazzi del governo. La società greca è stata inoltre scossa da una serie di agitazioni che sono seguite all'uccisione, nel dicembre scorso, di un diciassettenne dalla polizia.
Karamanlis ha dichiarato "dobbiamo riassestare la situazione politica e i programmi, per poter procedere a una serie di misure essenziali per uscire dalla crisi".

Categoria: Politica
Luogo: Grecia