26/05/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



Circa il 27 percento della popolazione nel Paese ha l'Hiv

Il primo ministro della Swaziland, Timothy Myeni, ha proposto 'marchiare' con una specie di tatuaggio a tutte le persone adulte che abbiano l'Hiv per prevenire più contagi.

La misura prevede che tutti gli adulti si facciano il test obbligatorio per sapere se hanno la malattia, visto che, si calcola che soltanto il 20 percento degli sieropositivi sanno che sono ammalati.
Siphiwe Hlophe, portavoce della organizzazione Swazi Aids, ha assicurato che la misura è "una discriminazione contraria ai diritti umani".
La Swaziland ha la più ampia fascia di popolazione sieropositiva nel mondo. Secondo quanto afferma l'Organizzazione mondiale della Sanità, Oms, circa il 27 percento della popolazione adulta del paese è sieropositiva. La speranza di vita nel Paese arriva ai 31,3 anni, 13 meno che dieci anni fa.

 

 

Categoria: Politica, Salute
Luogo: Swaziland