20/05/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



Un'inchiesta del New York Times denuncia l'utilizzo di armi Usa in dotazione alle forze di sicurezza afghane

Oggi il quotidiano statunitense New York Times lancia una pesante denuncia contro le forze armate afghane, che avrebbero ceduto le armi, di cui sono dotati dall'esercito americano, ai talebani che le utilizzarebbero contro le stesse forze della coalizione.

Lo scorso mese al termine di uno scontro a fuoco nella provincia di Kunar, nell'Afghanistan orientale, i tredici miliziani uccisi sono stati trovati in possesso di armi riconducibili a società statunitensi che forniscono le forze armate afghane. sulle foto pubblicate dal giornale sono riconoscibili munizioni di produzione statunitense che sono state sequestrate ai talebani. Già l'anno passato era stato appurato che a provocare la morte di nove soldati statunitensi, in una battaglia in un villaggio di dell'Afghanistan orientale, erano stat i fucili d'assalto dei guerriglieri del modello AMD-65, gli stessi in dotazione alla polizia locale. Questo tipo d fucile mai utilizzato in Afghanistan è stato introdotto quando l'amministrazione Usa ha deciso di equiaggiarci le forze di sicurezza afghane. Il capitano James C. Howell. comandante della compagnia Usa che ha sequestrato le munizioni ai talebani, ha detto di non esser sorpreso di questi movimenti degli equipaggiamenti considerando il livello di corruzione della polizia afghana.

 

Categoria: Guerra, Armi
Luogo: Afghanistan