27/04/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



L'operazione ha coivolto 60 zone della città. Arrestate dieci persone.

Nello scontro a fuoco tra la polizia ed un gruppo di presunti terroristi avvenuto in una zona periferica di Istanbul hanno perso la vita due persone, un poliziotto e un civile. Sette agenti della polizia sono rimasti feriti.

Secondo quanto riportato dal sito del quotidiano 'Hurriyet' alle 05.30 circa di questa mattina, ora locale, la polizia ha circondato un edificio dove si trovavano i presunti appartenenti ad una cellula di terroristi di estrema sinistra. Testimoni oculari riferiscono di elicotteri che hanno sorvolato l'edificio e di una colonna di fumo che si è alzata dallo stesso. Alcuni colpi sarebbero stati esplosi dall'appartamento occupato dai terroristi. I proiettili hanno colpito e ucciso Mazlum Seker e ferito Ilhan Kandaz, cameraman dell'emittente Tv privata 'Ntv'.
Come si apprende dall'emittente televisiva il governatore di Istanbul, Muammer Guler, ha dichiarato che gli scontri si inseriscono nell'ambito di un'operazione antiterrorismo che ha coinvolto nella notte oltre 60 zone della città. Il governatore, inoltre, ha fatto sapere che i sospettati, probabilmente attivisti di estrema sinistra, separatisti e gruppi radicali, sarebbero stati in procinto di organizzare ''attacchi sensazionali''. L'operazione ha consentito di portare a termine più di dieci arresti. "I terroristi - come ricorda Guler - hanno risposto lanciando ordigni esplosivi e sette poliziotti sono stati feriti''. I raid sono stati diretti dal capo della Polizia di Istanbul, Celalettin Cerrah ed è atteso il ministro degli Interni, Besir Atalay, per monitorare le operazioni.

Parole chiave: Turchia, Istanbul, terrorismo, sparatoria
Categoria: Politica
Luogo: Turchia