16/04/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



Secondo il New England Journal of Medicine, quasi il 40 percento dei morti in Iraq sono bambini

Secondo quanto afferma un rapporto che sarà pubblicato domani nel magazine ‘New England Journal of Medicine', gli attacchi aerei degli Stati Uniti in Iraq hanno ucciso soprattutto donne e bambini.

Secondo quanto afferma il documento, almeno il 38 per cento delle vittime erano bambini, mentre un altro 45 percento erano donne. Al contrario, soltanto il 12 percento delle vittime di attentati suicidi, commessi dai cosiddetti insorti, erano bambini. Gli autori del rapporto hanno analizzato l'uccisione di 60.481 civili durante i primi cinque anni di guerra. Il documento conclude che l'alto numero di donne e bambini uccisi è da imptarsi ai bombardamenti aerei contro le aree urbane.

Categoria: Bambini, Donne, Guerra
Luogo: Iraq