04/02/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



Si tratta dell'operazione di polizia più imponente degli ultimi anni

La polizia brasiliana ha occupato la favela di Paraisopolis, a Sao Paulo, in seguito a una serie di violenze che si erano verificate nel quartiere la scorsa notte.

Si tratta di una delle operazioni più imponenti degli ultimi anni., che ha visto almeno 230 ufficiali pattugliare le vie del quartiere, utilizzando decine di veicoli corazzati e due elicotteri. Nel frattempo, il presidente brasiliano Leuiz Ignacio Lula da Silva, nel corso di una visita nella favela di Manguinhos, sempre a Sao Paulo, ha annunciato un piano per la costruzione di almeno 50mila abitazioni a basso costo, operazione che avrà un effetto benefico anche sul tasso di occupazione del paese, creando nuovi posti di lavoro. Le operazioni a Paraisopolis sono state ordinate in seguito a una notte di duri scontri tra le forze di polizia e gruppi di ragazzi. Questi ultimi avevano tentato di bloccare l'ingresso della polizia nella favela, dando fuoco ad automobili e copertoni. L'escalation delle violenze ha avuto inizio dopo che un poliziotto aveva sparato a un ragazzo, uccidendolo, mentre tentava di arrestarlo. Tre poliziotti sono stati uccisi e molti altri feriti nel corso delle proteste, che hanno visto le forze dell'ordine arrestare un grande numero di persone. La situazione, a Paraisopolis, al momento "è sotto controllo, nel senso che i problemi più seri e pressanti sono stati stati risolti", ha dichiarato il segretario alla pubblica sicurezza di Sao Paulo, Ronaldo Mazargao.

Categoria: Armi
Luogo: Brasile