13/01/2009versione stampabilestampainvia paginainvia



Contattato da PeaceReporter il parlamentare belga Ahidar ha confermato la ripartenza per oggi pomeriggio alle 15

La nave Spirit of Humanity partita ieri da Larnaca, Cipro, e diretta a Gaza per portare gli aiuti ai civili palestinesi, è stata costretta a rientrare in porto dopo 6 ore circa di navigazione a causa delle avverse condizioni metereologiche e di un guasto meccanico. Contattato da PeaceReporter, il parlamentare belga Fouad Ahidar che si trova a bordo della nave riferisce che il cargo dovrebbe riprendere il largo intonro alle 15 ora locale, non appena saranno ultimate le riparazioni necessarie. La nave del Free Gaza Movement (Fgm), era partita ieri alle 12 per una missione d'emergenza verso Gaza. La nave trasporta medici giornalisti, operatori dei diritti umani e membri di parecchi Parlamenti Europei così come rifornimenti medici.
Questo viaggio rappresenta il secondo tentativo del Fgm di attraversare il blocco da quando Israele ha iniziato ad attaccare Gaza il 27 dicembre. Fra agosto e dicembre 2008, il Fgm ha sfidato con successo il blocco israeliano cinque volte, consegnando la prima spedizione internazionale nel porto di Gaza dal 1967.
Le forze armate israeliane hanno attaccato un recente tentativo del Fgm di inviare un'imbarcazione di soccorso carica di medici e di rifornimenti medici a Gaza. Nelle prime ore di martedì 30 dicembre, la Marina Israeliana ha speronato la nostra imbarcazione disarmata, la Dignity, causandogli un significativo danno strutturale e mettendo a rischio le vite dei passeggeri e dell'equipaggio.

Categoria: Diritti, Guerra
Luogo: Israele - Palestina