03/11/2008versione stampabilestampainvia paginainvia



Le peggiori precipitazioni in 25 anni costringono gli abitanti della capitale a spostarsi su barche. Danneggiate centinaia di abitazioni e migliaia di ettari di campi.

Almeno 50 persone sono morte nelle alluvioni che nel fine settimana hanno investito il nord e il centro del Vietnam, colpito dalle precipitazioni più abbondanti da due decenni a questa parte. Secondo i meteorologi si tratta delle peggiori inondazioni negli ultimi 25 anni.

Ad Hanoi, dove numerose strade sono sommerse da oltre un metro di acqua, almeno 18 persone sono decedute e anche se la pioggia si è fermata, nelle ultime ore, secondo le previsioni del Centro meteorologico nazionale riprenderà anche più intensamente nei prossimi giorni. Oggi il centro della capitale aveva ripreso un aspetto più tranquillo, ma alcuni luoghi in città restano allagati. Gli abitanti per spostarsi usano imbarcazioni di fortuna fatte di pneumatici e bidoni metallici. Le inondazioni hanno danneggiato migliaia di abitazioni e decine di migliaia di ettari di campi. Oltre ad Hanoi, l'area più colpita è stata la provincia centrale di Nghe An, dove hanno perso la vita 11 persone. Diversi abitanti sono morti lo scorso mese a causa delle piogge torrenziali e, a settembre, le alluvioni alimentate dal tifone Hagupit eranocostate la vita ad almeno 25 persone nel nord del paese. Secondo l'ufficio metereologico nazionale, le piogge proseguiranno per due giorni.

Luca Galassi

creditschi siamoscrivicicollaborasostienicipubblicità